La pizza al ristorante? Costa meno di quella fatta in casa

La pizza al ristorante? Costa meno di quella fatta in casa

Mangiare una pizza al ristorante può costare meno che realizzarla a casa. A rilevarlo – si legge sul sito dell’agenzia Adnkronos – è un’elaborazione condotta da Napoli Pizza Village, la manifestazione che si svolgerà dal 17 al 25 giugno sul Lungomare Caracciolo, celebrando così, per il settimo anno consecutivo, l’Arte dei pizzaiuoli napoletani, candidata a Patrimonio dell’Umanità, per la Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco.

Nel caso della pizza “casalinga” – dice l’indagine – si spendono mediamente 8,73 euro. Se invece si prende in esame la ristorazione, il prezzo medio di un menu base con una Margherita e una bevanda è di circa 9,22 euro nella maggior parte delle città italiane considerate. Si discostano dalla media soltanto Napoli con 6,73 euro – il prezzo più basso d’Italia -, seguita da Palermo con 7,53 euro, Vercelli con 7,69 euro e Cagliari con 7,75 euro. La città più cara è invece Varese, dove per gustare una pizza si spendono fino a 11,58 euro.

Osservando la classifica, le prime 20 Province con il prezzo più basso si trovano al centro-nord: Livorno si classifica quinta con 8,04 euro, seguita da Rovigo con 8,09 euro, Belluno con 8,15 euro, Brescia con 8,23 euro, Alessandria con 8,27 euro, Ascoli Piceno con 8,34 euro, Udine 8,42 euro, Verona con 8,61 euro e Rimini con 8,84 euro.

Il business della pizza, che conta 183.000 pizzerie in Italia, oltre a far lavorare circa 1 milione di persone, crea un indotto economico alla filiera coinvolta: produttori di farina, olio, pomodoro e lievito, pari a oltre 10 miliardi di euro equivalenti al doppio del Pil del Giappone, la terza potenza al mondo.

 

Articoli correlati

Tipo di farina, condimento, ingredienti, tipo di cornicione, ma anche stile del locale, menù, arredamento e design: quali sono le preferenze degli italiani quando...

La pizza è la regina della tavola italiana, oltre che il piatto simbolo del made in Italy nel mondo. Tutti la amano, ma non...

E’ il cliente a decidere quanto vale la propria cena, in base all’indice di gradimento della tavolata che deciderà se assegnare un punteggio M...

“Sono la Niña, la Pinta e la Santa Maria a varcare la soglia di un nuovo mondo all’interno della tradizione gastronomica del nostro paese:...

Dopo il grande successo della prima edizione, presso il Guido Reni District, anche quest’anno Roma si trasforma nel palcoscenico della Pizza a livello mondiale,...

In un mercato, quello del digital food delivery, che continua a crescere e a incrementare le occasioni di consumo e i volumi di business,...

Gino Sorbillo sembra avere tutta l’intenzione di mettere radici anche nella Capitale. A confermarlo a Repubblica è lo stesso Sorbillo che annuncia che “entro...

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha riconosciuto il Brevetto di Invenzione industriale a Giovanni Kahn della Corte, titolare del brand Johnny Take Uè, progetto...