Il vino? Resta imprescindibile nella scelta e nel giudizio di un ristorante

Il vino? Resta imprescindibile nella scelta e nel giudizio di un ristorante

Il vino resta un elemento importante nella scelta del ristorante o del locale dove trascorrere la serata, almeno secondo il 45% dei consumatori francesi coinvolti nello studio di IRI tra centinaia di attività commerciali dell’Esagono, da cui emerge come nel giudizio finale il vino assume ancora più importanza, con il 66% dei clienti che lo considerano un criterio essenziale. Per questo – riporta il sito Winenews.it – sono particolarmente attenti all’offerta proposta, al servizio, ai prezzi ed ai consigli di camerieri e sommelier, tanto che il “voto” medio migliora (nell’84% dei casi) quando il cameriere fornisce spiegazioni ed informazioni sul vino. E se è vero che solo un cliente su quattro presta attenzione alle indicazioni del cameriere, i suoi consigli si rivelano più utili di quanto si possa immaginare, visto che influenzano la scelta del vino in due casi su tre, scelta che spesso ricade su vini a denominazione.

“I consigli del personale di sala – commentano gli autori della ricerca – sono un aspetto fondamentale nel successo di un locale”, anche perché il livello di attenzione della clientela francese è francamente basso: il 35% ammette di non aprire neanche la carta dei vini, il 37% si limita alla distinzione per colore ed il 28% al prezzo. Maggiori informazioni, sulle caratteristiche del vino, sull’abbinamento con i piatti presenti in menu, sulla Regione di provenienza, sul produttore e sull’annata, quindi, aiuterebbero la scelta, ed invoglierebbero persino a bere di più: lavoro per sommelier e personale specializzato, più che per mastodontiche carte dei vini…

Articoli correlati

Torna uno degli eventi più attesi nel panorama nazionale, Terre di Toscana, la grande kermesse dedicata alle eccellenze dell'enologia toscana.Il 2018 segna la sua...

Bottiglie di vetro, tappi usati, vecchie botti, scatole di legno e di cartone, rotoli di etichette: come si possono riutilizzare gli scarti che accumula...

Entra in vigore dal primo gennaio, dopo lungo iter amministrativo, la modifica del disciplinare di produzione Vino Chianti nel quale "si prevede che il...

Si conferma anche a Capodanno il trend positivo già registrato a Natale per quanto riguarda le presenze nei ristoranti del Bel Paese durante le...

Bilancio positivo per il Consorzio Tutela Vini Montecucco, che chiude il 2017 molto soddisfatto dei risultati ottenuti. La Denominazione dell’Amiata ha infatti portato avanti...

Dal caffè al vino: è la svolta di illy. «Il nostro gruppo conta di acquisire in futuro vini che abbiano una lunga storia: brunello...

Dopo Bussia (4 ettari), Terlo-Costa Grimaldi (7 ettari), Cannubi 2,3 ettari e Dogliani (40 ettari) è la volta di Monvigliero: 1,5 ettari già in...

Una vasta operazione dei Carabinieri nel comparto agroalimentare a ridosso delle feste natalizie ha portato al sequestro di oltre 4.160 tonnellate di vino, olio...