Il colosso della birra Ab InBev nel mirino della Ue

Il colosso della birra Ab InBev nel mirino della Ue

Europa Europe 3D EU Karte Europakarte Europäische Gemeinschaft Sterne blau Collage European Parliament

Il colosso della birra Anheuse-Bush InBev nel mirino della Commissione europea: è sospettata dai servizi antitrust diretti da Margrethe Vestager di aver abusato della sua posizione dominante in Belgio, Paese natale della compagnia.

La multinazionale è accusata di aver imposto delle restrizioni all’importazione dei popolari marchi Stella Artois e Leffe da Olanda e Francia, dove i due prodotti sono meno cari grazie alla più forte concorrenza sui loro mercati. “I consumatori belgi potrebbero essere stati costretti a pagare di pià per comprare le loro birre preferite”, ha detto Vestager: «Secondo i nostri risultati preliminari, AB InBev ha deliberatamente impedito l’importazione in Belgio di birre meno costose provenienti dalla Francia e dai Paesi Bassi, a scapito dei consumatori belgi».

Questa, in sintesi, l’accusa. Una Jupiler o una Leffe non hanno lo stesso costo. Se un ristoratore belga le fa arrivare da Francia o Paesi Bassi stacca un assegno meno pesante rispetto a quello emesso a favore dei rivenditori nazionali. Ebbene – riporta La Stampa -, Ab InBev avrebbe modificato le sue lattine di birra Jupiler e Leffe nei Paesi Bassi e in Francia per rendere questi prodotti più difficili da vendere in Belgio, alterando le informazioni linguistiche. Avrebbe rimosso il testo francese dalle sue lattine nei Paesi Bassi e il testo olandese dei suoi barattoli in Francia, per impedire la loro vendita nelle regioni francofoni e di lingua olandese del Belgio. Ancora, la stessa Ab InBev avrebbe rifiutato o limitato la vendita di determinati prodotti a rivenditori olandesi e limitato la disponibilità di alcune promozioni in cui vi era il rischio che questi dettaglianti avrebbero quindi venduto i prodotti in Belgio.

Praticamente Ab InBev vende i propri prodotti agli Stati membri, ma non permette che questi li rivendano in Belgio a prezzi inferiori di quelli praticati dalla stessa In Bev su territorio belga. Una pratica che sarebbe contraria alle regole comunitaria sulla concorrenza.

Articoli correlati

Etichetta nera e dettagli dorati: la vintage 2018 rompe in parte la tradizione, con una versione celebrativa dedicata, appunto, all’anniversario d’oro della Thomas Hardy’s...

Doppio Malto raggiunge il traguardo dei 100 premi: all’edizione 2018 di Beer Attraction, la fiera internazionale dedicata alle specialità birraie artigianali, il birrificio conquista...

Il legame col territorio e un lavoro di rete e di collaborazione in cui le birre sono il punto di partenza e, in un...

Dopo il successo della scorsa edizione, 8.6, il brand del Gruppo Bavaria, ripropone sul mercato italiano una nuova limited edition di 8.6 Original, la...

Birra Moretti, la famiglia di birre più premiata del mercato italiano,si presenta con una importante novità: gli stili birrari in etichetta.Si parte conla gamma...

Anche quest’anno la Superpremium Business Unit di Birra Peroni, sarà presente a Rimini a Beer Attraction, la fiera internazionale dedicata alle specialità birrarie, alle...

Il Taras, l’elmo spartano e la cozza. Saranno questi i simboli della “tarantinità” che finiranno sull’etichette dell’edizione limitata di Birra Raffo per l’estate 2018....

Blonde is the new black? Più che una domanda, sembra essere una previsione quella che arriva da oltreoceano. Bob Pease, presidente e ceo di...