A Golosaria l’alta pasticceria siciliana firmata Fiasconaro

A Golosaria l’alta pasticceria siciliana firmata Fiasconaro

Dall’11 al 13 novembre Milano torna a essere la capitale del Gusto ospitando negli spazi del MiCo Milano Congressi, la XII edizione di Golosaria, kermesse dedicata al meglio del meglio dell’enogastronomia italiana. Anche quest’anno Poalo Massobrio e Marco Gatti, i due ideatori dell’evento, propongono a tutti i visitatori un lungo percorso alla scoperta delle prelibatezze agroalimentari del Paese in compagnia di tanti produttori provenienti da ogni angolo del Paese. ‘Tutto il cibo d’Italia in mille prodotti d’eccellenza’ recita infatti il sottotitolo della manifestazione.

Puntuale come ogni anno, l’azienda dolciaria siciliana Fiasconaro partecipa alla manifestazione in qualità di Event Partner, ospitando nel proprio stand una rappresentanza del Consorzio Manna Madonita. Attraverso le quattro cooperative aderenti (La 50, Oasi, Nuova Alba e Il Girasole), il Consorzio si adopera quotidianamente per valorizzare le virtù della manna e per assicurare la cura dei frassini da cui essa sgorga negli splendidi boschi del Parco delle Madonie.

Il cibo degli dei
Proprio per presentare le caratteristiche e il sapore di questo prezioso prodotto che Madre Natura ci regala (e che è tra l’altro un presidio Slow Food), i pasticceri di casa Fiasconaro e il Consorzio Manna Madonita propongono al pubblico di Golosaria il ‘doppio’ evento: ‘Il cibo degli dei: la Manna’. L’appuntamento è per sabato 11 novembre (ore 17.45) negli spazi LAB all’interno del MiCo. Si comincia con un dibattito alla scoperta della storia, delle tecniche di raccolta, delle caratteristiche e dei tanti possibili utilizzi in sostituzione dello zucchero di questo straordinario dolcificante naturale. E a seguire, una degustazione firmata dal giovane pasticcere Mario Fiasconaro che realizza per l’occasione una ‘gustosissima’ opera d’arte.

Per tutti i visitatori un passaggio allo stand Fiasconaro (stand182) è caldamente consigliato: è l’occasione per degustare i suoi famosi panettoni, a partire dal nuovo Marron Noir e dal famoso Oro di Manna.

Articoli correlati

Didattica innovativa e formazione d’eccellenza sono le prerogative di AssoAPI – Divisione Formazione, la prima scuola in e-learning dedicata al food che da febbraio...

Dal 20 al 24 gennaio presso la Fiera di Rimini, Ancap parteciperà per il terzo anno consecutivo a Sigep, il più importante Salone internazionale...

Ieri pomeriggio Moccia ha inaugurato a Spaccanapoli, nel cuore pulsante del centro antico, in via Benedetto Croce 57, un nuovo punto vendita della celebre insegna...

Il panettone dell’Antica Pasticceria Muzzi sarà tra gli ingredienti della Mystery Box, la prova più difficile della Coppa del Mondo della Gelateria 2018, uno...

Il pranzo di Natale a base di carne con la famiglia ma al ristorante, senza spendere troppo. E panettone piuttosto che pandoro. Questo è...

Continua la collaborazione che vede impegnati in un percorso di evoluzione due mondi che all’apparenza possono sembrare molto lontani: quello della pasticceria, con la...

Come si ottiene il panettone perfetto? Risponde Eustachio Sapone, pasticcere e titolare della Dolceria Sapone di Acquaviva delle Fonti (BA), vincitore della prima edizione...

No al saccarosio. Solo zuccheri naturali e biologici. Questa è la nuova sfida che lancia Claudio Gatti per il Natale 2017. Il dolce a...