GiòStyle: gli esiti della campagna Spreco Zero

    “È con entusiasmo, tanta passione e la certezza di sostenere una battaglia importante che Gio’Style ha abbracciato la causa della lotta contro lo spreco alimentare: un tema che da sempre fa parte della mission dell’azienda, leader indiscussa a livello nazionale nel mercato dei contenitori per la conservazione dei cibi”. Così Antonio Macrillò, Amministratore Delegato di Gio’Style – marchio che da più di 60 anni è sinonimo di prodotti dedicati alla casa, all’outdoor e ha in portfolio anche una linea di piccoli elettrodomestici – commenta la V Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare, tenutasi il 5 febbraio con eventi e focus in tutta Italia.

    L’iniziativa fa parte della Campagna Europea di Sensibilizzazione “SprecoZero” di Last Minute Market, nell’ambito della quale sono stati raccolti ed elaborati dati reali sullo spreco alimentare nelle case degli italiani, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Dati raccolti attraverso una scrupolosa annotazione quali-quantitativa da parte di 400 famiglie di tutta Italia (coordinati da Claudia Giordano ricercatrice dell’Università di Bologna), che raccontano un Paese in cui si spreca troppo: ogni giorno fra ciò che rimane nel piatto,nel frigo e nella dispensa di casa gli italiani gettano 100 grammi di cibo: una quota che moltiplicata per 365 giorni all’anno porta a 36,92 kg di alimenti, per un costo di 250 € all’anno. È stato così accertato che ogni famiglia getta 84,9 kg di cibo nel corso dell’anno: a livello nazionale significa sprecare circa 2,2 milioni di tonnellate di cibo in un anno, per un costo di 8,5 miliardi €. circa.

    Rilevazioni importanti sono venute anche dal monitoraggio sulla grande distribuzione avviato dal progetto Reduce con il coordinamento di Silvio Franco e Clara Cicatiello del DEIM dell’Università della Tuscia. Pesa 9,5 kg/anno per mq di superficie di vendita lo spreco negli ipermercati e 18,8 kg/anno per mq nei supermercati. Non va meglio nelle mense scolastiche, dove quasi 1/3 del pasto viene gettato (29,5%): 120 grammi di cibo per ogni studente a fronte di pasti che offrono ca 534 grammi di cibo pro capite (tutti i dati al sito www.sprecozero.it).

    Con l’adesione in qualità di main partner a questa campagna, Gio’Style si è dunque affiancata ai grandi marchi dell’alimentare Made in Italy per contribuire a fare educazione sul tema. Un impegno, quello dell’azienda bergamasca, testimoniato anche dalla menzione speciale ottenuta a fine novembre scorso nella categoria Imprese nell’ambito del Premio Vivere a Spreco Zero 2017 grazie a “2in1 Conservo e Cucino”,l’innovativa linea di contenitori per la conservazione dei cibi e la loro cottura a vapore nel forno a microonde, già accolta con entusiasmo dai consumatori e dai media.

    Articoli correlati

    Per il terzo anno consecutivo Ricola torna a sostenere un progetto artistico dedicato alla musica partecipando al Festival di Musicultura, che si svolgerà nella...

    PepsiCo ha annunciato di aver esteso la propria partnership con la rinomata UEFA Champions League per i prossimi tre anni. Sei dei marchi globali...

    Un bollino che individuerà le aziende impegnate contro lo spreco in ambito alimentare e che hanno adottato misure contro le eccedenze alimentari. Lo aveva...

    Birra Peroni e mytaxi di nuovo insieme per una partnership all’insegna dello sport. Dopo il successo di quest’estate, stavolta le due aziende scendono in...

    L'Italia è al quarto posto nel mondo nella lotta agli sprechi alimentari, anche se ogni anno nel nostro Paese si buttano nella spazzatura ancora...

    illycaffè, azienda leader globale nel segmento del caffè di alta qualità, è coffee partner della nuova edizione di ITS, il fashion contest che coinvolge...

    Gio’Style, marchio che da più di 60 anni è sinonimo di prodotti dedicati alla casa, all’outdoor e ha in portfolio anche una linea di...

    Dr. Schär, leader europeo da oltre 35 anni del mercato del senza glutine, stringe una partnership con Valtur, leader italiano nella gestione di resort...