Food and Wine in Progress, successo dell’agroalimentare toscano

Food and Wine in Progress, successo dell’agroalimentare toscano

Importante afflusso di pubblico che testimonia il successo della terza edizione di Food and Wine in Progress, il grande evento organizzato da AIS Toscana e Unione Regionale Cuochi Toscani che si è concluso ieri, domenica 3 dicembre, alla Stazione Leopolda di Firenze che per due giorni è diventata il palcoscenico delle eccellenze enogastronomiche della Toscana. Obiettivo dell’iniziativa, che ormai è un punto di riferimento per il settore, quello di valorizzare le figure dei sommelier e degli chef attraverso un programma ricco e vario ispirato all’avanguardia, alla ricerca e alla sperimentazione nel settore. Oltre cento gli appuntamenti nel ricco programma dell’iniziativa, tra cooking show, masterclass del vino, seminari di approfondimento e convegni sul futuro del settore che cresce.

«E’stata un’occasione per valorizzare a vicenda la professionalità di entrambi i settori – afferma Osvaldo Baroncelli, presidente AIS Toscana – e far conoscere ai consumatori il lavoro di ricerca e il percorso di studio e di apprendimento che ogni giorni cuochi e sommelier affrontano per rendere sempre attuale il loro lavoro. Dobbiamo continuare su questa strada, la sinergia tra AIS e Unione regionale cuochi toscani e le altre Associazioni Confcommercio e Coldiretti toscana e Confartigianato ha creato un unico elemento di forza per far conoscere l’eccellenza della Toscana».

In tre giorni l’area Wine curata dai sommelier di AIS Toscana con Eccellenza di Toscana, ha viso in degustazione oltre 1000 etichette rappresentata dai circa 150 produttori toscani presenti nell’edizione 2018 della Guida Vitae edita da AIS a cui si sono aggiunti per l’occasione otto produttori provenienti dalle aree vinicole più importanti della Germania protagoniste delle Master Class di domenica condotte da Cristiano Cini e Massimo Castellani e dedicate al Pinot Nero della Germania dei produttori Bernhard Huber e Friedrich Becker.

«Un evento che tre anni fa aveva messo insieme per la prima volta queste due figure professionali, sommelier Ais e cuochi toscani, che come associazioni a livello nazionale rappresentano il fiore all’occhiello – spiega Roberto Lodovichi, presidente dell’Unione regionale cuochi toscani – oggi possiamo dire che questa unione ha fatto la forza di un settore, quello dell’agroalimentare, che può trainare l’economia regionale e che a oggi sta dando occupazione a migliaia di persone». Cucina innovativa e contemporanea con uno sguardo alla tradizione toscana è il filo conduttore che ha unito il percorso degli show cooking che si sono alternati sul palco centrale dell’area Toscana Food&Wine Experience: una importante vetrina dedicata alla cucina creativa che ha raccolto quindici chef da tutta la Toscana oltre alle cooking class tematiche su cucina a bassa temperatura, biologico, cucina molecolare e senza glutine.

Oltre al successo di partecipazione agli eventi promossi, nei due giorni sono arrivati alla Stazione Leopolda di Firenze importanti rappresentanti del food and wine italiano. A partire dai premiati ad Ambasciatore della Cucina Italiana, passando per personaggi di rilievo del settore. La giornata di domenica ha visto anche la premiazione dei vincitori del Food & Wine Contest, l’iniziativa indetta da AIS Toscana e Wine Tv, media partner dell’evento che ha visto sfilare sul palco per la migliore comunicazione aziendale Fabrizio Dionisio, miglior etica aziendale Fontodi, migliore azienda di tradizione Tenuta di Capezzana e migliore azienda di innovazione Salcheto. Sempre nella giornata conclusiva come di consueto è avvenuta la consegna della Borsa di Studio I Balzini con la prima classificata la sommelier Tiziana Contini, seconda Greta Milopulos e terzo Mattia Petri.

Fermento anche nell’area animata dai Mixologist di Cocktail in the World che ha ospitato bartender da tutto il mondo. L’evento ha visto anche per quest’anno la collaborazione di Coldiretti e Confcommercio Toscana, oltre al mondo dei panificatori di Assipan, dei macellai toscani di Federcarni e Confartigianato Alimentazione Firenze. Presenta a Food & Wine in Progress l’Associazione Culturale Emotion, con il progetto Magna Grecia.

Articoli correlati

Buone notizie per il settore: crescono infatti i consumi per i pasti fuori casa, tanto che bar e ristoranti hanno ripreso ad assumere. Ma,...