Daniele Ferrero (Venchi) Imprenditore dell’anno nel Food and Beverage

Daniele Ferrero (Venchi) Imprenditore dell’anno nel Food and Beverage

Daniele Ferrero

Daniele Ferrero, Presidente e Amministratore Delegato di Venchi, è stato premiato da Ernst&Young come “miglior imprenditore dell’anno per la categoria Food & Beverage”. Il premio è stato attribuito il 9 novembre 2017 durante un evento nella prestigiosa cornice di Palazzo Mezzanotte a Milano.

Questa la motivazione: “Per l’abilità e la determinazione di crescere e raccontare il proprio brand attraverso la passione, la qualità e l’artigianalità del proprio prodotto; per la capacità di comunicare e regalare ai clienti esperienze non esclusivamente alimentari; per aver quindi raggiunto straordinari risultati soddisfando gli obiettivi di crescita”.

Nato a Milano il 9 gennaio 1970, laureato with honours nel 1992 in Economia presso il Trinity College della Cambridge University (UK), Daniele Ferrero inizia la sua carriera presso gli uffici McKinsey a Londra. Nel 1994 consegue un MBA presso la business school INSEAD a Fontainebleau (Francia), continuando la carriera internazionale in McKinsey, prima a Zurigo e poi a Ginevra. Nel 1998 acquista, insieme ad altri soci, l’attuale Venchi S.p.A., società di produzione di cioccolato e gelato luxury, di cui tutt’oggi è CEO e Presidente. In quasi 20 anni di attività Daniele Ferrero ha guidato la crescita del business trasformando Venchi da piccola società da 1,5 M euro di fatturato a azienda internazionale presente in oltre 70 paesi. Proprio nel 2018 Venchi si prepara a festeggiare il 140esimo anniversario con un fatturato previsto di oltre 80M euro e oltre 100 negozi monomarca nel mondo.

Venchi – La storia di Venchi inizia nel 1800 in Piemonte, grazie alla passione per il cioccolato di Silviano Venchi. A 16 anni Silviano inizia a creare cioccolatini nel suo negozio a Cuneo: in poco tempo la sua pasticceria diventa quella più rinomata della città, apprezzata per la straordinaria qualità degli ingredienti e per l’impareggiabile abilità nel presentare le sue creazioni come se fossero gioielli. Una vera e propria “boutique del cioccolato”. L’azienda nasce ufficialmente nel 1878. Lo stesso anno Venchi lancia il suo Giandujotto 1878 con un minimo 32% di nocciole IGP Piemonte. Un prodotto ormai iconico e divenuto simbolo della capacità del marchio di rinnovarsi, pur restando fedele alla tradizione piemontese. Con una storia di 140 anni, oggi Venchi è una azienda che ha raggiunto una riconoscibilità internazionale: più di 350 ricette di cioccolato e 90 gusti di gelato, presente in 70 paesi, 88 negozi monomarca in tutto il mondo in città chiave come New York, Dubai e Hong Kong. Nel 2018 Venchi festeggerà il suo 140esimo anniversario superando i 100 negozi nel mondo. www.venchi.com

Articoli correlati

Da 140 anni Venchi declina la bellezza del cioccolato in tutte le sue forme. Le tavolette nella loro geometrica semplicità sono l’espressione autentica della...

Tutti amano il dolce italiano più famoso al mondo, il Tiramisù. A base di mascarpone, panna, uova e biscotti inzuppati nel caffè, con spolverata...

Dopo la prima apertura al Dubai Mall, Eataly rilancia e raddoppia negli Emirati Arabi Uniti. Da qualche settimana, l’insegna ha aperto il suo secondo...