404 Error - page not found
We're sorry, but the page you are looking for doesn't exist.
You can go to the homepage

OUR LATEST POSTS

Grande successo per le novità per la “Superpremium Business Unit” di Birra Peroni, durante le quattro giornate di Beer Attraction. La struttura, che dal 2010 segue i brand di importazione dell’azienda, amplia il portfolio con due dei marchi inglesi più interessanti a livello internazionale: Meantime e Fuller’s. Il primo è, a tutti gli effetti, una novità per l’azienda; sono già in commercio tre referenze (London Pale Ale, India Pale Ale, Yakima Red) e, durante Beer Attraction, è stata presentata la quarta: London Trip.Hop..

Disponibili, sia alla spina che in bottiglia (33 cl), Yakima Red, prodotta con i luppoli della Yakima Valley (USA) e “cult” per gli appassionati della birra; l’ottima London Pale Ale, che porta avanti lo stile tradizionale londinese ma che si differenzia dalle altre, pur mantenendo la ricetta, perchè nel mix di luppoli usa quelli del Kent per dare la nota di amaro e quelli americani per l’aroma. Solo alla spina, invece, la India Pale Ale, la IPA nella sua versione più autentica, e la London Trip. Hop., una lager rinfrescante prodotta con malti tedeschi che le conferiscono un colore giallo paglierino e un aroma fine di malto. Tutti i fusti sono da 16 litri.

grolshFuller’s è già presente tra le birre della gamma con London Pride (con la possibilità di spillarla a pompa, come nello stile tradizionale inglese) e Golden Pride, ma le novità sono la India Pale Ale e la Porter. La prima, una IPA quasi cremosa, con note di biscotto, caramello, agrumi e molto ben bilanciata, viene proposta in bottiglia, da 33 cl, e alla spina, in fusti da 30 litri. Classica Porter inglese la seconda, con sentori maltati di caramello, al naso, e caffè cioccolato e malto con una punta di luppolo, in bocca, è disponibile solo nella bottiglia da 50 cl. Altro grande ingresso è quello di Grolsh Lager, la Premium Lager olandese prodotta con la stessa ricetta di 400 anni fa con due luppoli: il primo, aggiunto all’inizio del processo, che le conferisce il gusto intenso, e il secondo, alla fine, che la rende fresca e aromatica.

“Siamo orgogliosi di proporre sul mercato italiano queste referenze così importanti; le birre che stiamo lanciando, insieme a Pilsner Urquell, le St.Benoit, la St.Stefanus, la Grolsch Weizen, la London Pride e la Golden Pride, portano la Superpremium Business Unit di Birra Peroni ad essere davvero competitiva” commenta Luca Beretta, Superpremium Business Unit Director; “Grazie ad un portfolio di così grande qualità e tradizione, la Superpremium Business Unit è, sempre di più, un punto di riferimento nell’Ho.Re.Ca per distributori specializzati e punti vendita fortemente orientati al prodotto birra. Ad aggiungere valore, una squadra dedicata di professionisti ed esperti accreditati nel settore, apertura all’innovazione e una grande expertise in ambito di impiantistica e servizio tecnico.” e conclude “Siamo qualificati negli strumenti per il servizio e attivazione nel punto vendita, per ingaggiare il consumatore, coinvolgerlo e fargli vivere un’esperienza sempre al di sopra delle aspettative. Il successo di Rimini è stimolo per andare avanti su questa strada e crescere ancora”.

ALCUNI NUMERI
– DEGUSTAZIONI EFFETTUATE: 3.100
– LITRI CONSUMATI: 930

Un coinvolgente showcooking di pasticceria dolce e salata al profumo di caffè e una visita guidata alle collezioni del museo, tra macchine professionali per caffè espresso che fanno parte dell’immaginario collettivo degli italiani accompagnandoli da oltre 100 anni nel rituale del caffè fuori casa. Il tutto a lume di candela, in un’atmosfera suggestiva che farà vivere a tutti i partecipanti un’esperienza unica e un tuffo nel passato e presente dell’italian way of life.

E’ l’iniziativa in programma venerdì 24 febbraio dalle 21 al MUMAC – Museo della Macchina per caffè a Binasco (Milano), con cui il museo aderisce per il quarto anno consecutivo a M’illumino di Meno, campagna di sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico promossa da Caterpillar – programma in onda su Radio 2 – e giunta quest’anno alla tredicesima edizione.

Più in particolare, lo showcooking sarà tenuto dagli chef dell’Associazione Culturale Gastronomica Atelier dei Sapori, confermando la collaborazione dello scorso anno per questa particolare iniziativa.

mumacIngresso libero fino a esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria con mail all’indirizzo mumac@gruppocimbali.com.

Roberto Castagner

Giunge dalla Polonia, paese cui si attribuisce l’origine storica della vodka, un nuovo riconoscimento per la Distilleria Castagner. Questa volta una medaglia d’oro che vede premiata la Grappa Torba Nera 12 anni, accordando a questo distillato straordinarie qualità.

torba-nera-12-anni-solo-btg“Questo importante riconoscimento internazionale mi lusinga e mi onora perché vincere un oro tra oltre 2000 distillati provenienti da tutto il mondo non è cosa da poco – riconosce Roberto Castagner – Si tratta dell’ennesima conferma che stiamo andando nella direzione giusta, che oggi possiamo essere orgogliosi della grappa e dobbiamo con convinzione considerarla il nostro distillato di bandiera, un prodotto100% made in Italy con il quale distinguerci e connotarci nel mondo”.

Il portale Spirits.com.pl e la rivista Aqua Vitae hanno decretato i vincitori della terza edizione del Concorso Internazionale Spirits, volto a selezionare i migliori distillati 2016 e a valutarne il livello qualitativo e l’innovatività. La giuria del concorso, composta da giornalisti specializzati del settore spirits, ha valutato complessivamente 2.184 distillati, provenienti da 82 paesi e suddivisi nelle 26 categorie previste dal regolamento..

I riconoscimenti sono stati assegnati osservando severi criteri di esame:
Medaglia D’Oro ai distillati che abbiano ottenuto un punteggio di almeno 98/100
Medaglia D’Argento per i distillati che abbiano ottenuto un punteggio di almeno 96/100

Per la categoria “Marc/grappa roku”, sezione che raggruppa le migliori Grappe IG (Identità Geografica) e i migliori Liquori di vinacce provenienti da diversi Paesi, i prodotti selezionati sono stati complessivamente 112 dei quali 59 costituiti da grappe IG.

La Grappa Torba Nera 12 anni della Distilleria Castagner, i cui campioni sono stati selezionati in occasione dello scorso Prowein2016, si è vista quindi assegnare il titolo di Miglior Grappa 2016 essendo stata ritenuta, unica tra tutte le grappe in concorso, meritevole di Medaglia d’Oro.

Il 2017 sarà l’anno dei vini premium, dei rosé e delle bollicine. I primi – riporta il Corriere della Sera – nel 2017 registreranno la miglior crescita in tutto il mondo, con esportazioni in aumento di un milione di casse. Il vino rosé continuerà ad aumentare la sua quota di mercato, guidato da Sud Africa, Stati Uniti e dai Paesi del Sud Europa. Le previsioni mettono in evidenza una crescita del 15% tra il 2016 e il 2020. E in questa prospettiva, le cantine spagnole si sono convertite a questo trend come strategia per attirare i giovani consumatori locali. Infine, la crescita del Prosecco è destinata a continuare. I mercati principali saranno rappresentati da Italia, Regno Unito e Stati Uniti, tutti destinati a registrare una crescita di un ulteriore milione di casse entro il 2020.

Queste le tendenze dei consumi di vino e di alcolici intercettate da Iwsr – International Wine and Spirits Research, per conto di Vinexpo, “distillate” da Guillaume Deglise, direttore generale del salone internazionale di Bordeaux, che a Milano ha presentato la prossima edizione, di scena dal 18 al 21 giugno (www.vinexpo.com). Si tratta di un’analisi approfondita dei consumi globali, che fornisce previsioni fino al 2020, ma – precisa Deglise – «a differenza dei dati ufficiali che si basano su import ed export, questa considera i consumi reali, mentre le statistiche ufficiali non comprendono il consumo degli stock e fenomeni come il contrabbando e il mercato nero che esistono in America Latina, Africa e in parte in Asia allo scopo di evitare la tassazione. Lo studio prende in considerazione 125 mercati è ed è database più completo al mondo».

Una città che abbraccia negozi dalle atmosfere cosmopolite, dal sapore europeo, ma intime e retrò allo stesso tempo, realtà fatte di tanti dettagli e stili differenti. Milano, la capitale della moda, è diventata negli ultimi anni la patria del vintage e dei barber shop, dei tattoo artist, e dei concept store, negozi e attività dove si crea una vera e propria experience, un viaggio sensoriale. Una città nostalgica e al contempo futurista, apripista di tendenze e attenta studiosa del rapporto tra moda e cultura urbana.

Un mood che unisce e riflette pienamente l’animo di Jameson, l’Irish whiskey numero 1 al mondo sempre più conosciuto e amato dalle persone curiose, eclettiche e open-minded. Proprio per questo Jameson ha deciso di valorizzare e festeggiare le personalità uniche e inimitabili di questi negozi con #JamesonStreetStyle.

Dal 20 febbraio occhi aperti e sguardo attento per le strade della città: Jameson rende omaggio al cuore unconventional e ricercato della vecchia Milano, con un contest dedicato a queste piccole, grandi realtà. Obiettivo? Dare sfogo alla propria creatività, interpretare lo Street Style allestendo le vetrine dei negozi, e condividere le foto sui propri canali social. Il contest terminerà il 1º marzo, e i due vincitori otterranno un premio che unirà questi due mondi: due party firmati Jameson (martedì 7 e giovedì 9 marzo) all’interno dei negozi.

Un contest per iniziare a entrare nello spirito del St. Patrick’s Day, il 17 marzo, giorno in cui verrà inaugurato il Jameson Village a Milano e Roma.

Per scoprire i vincitori del contest, essere aggiornati sui prossimi party e sui dettagli del St. Patrick’s Day, seguite la pagina ufficiale Facebook di
Jameson: https://www.facebook.com/Jameson.Italy

illycaffè, l’azienda triestina, leader nel segmento del caffè di alta qualità, torna protagonista sulle passerelle di Milano Moda Donna dal 22 al 27 febbraio 2017. Grazie alla partnership triennale firmata lo scorso anno con la Camera Nazionale della Moda Italiana, il blend unico di illycaffè è pronto ad animare il calendario delle sfilate FW 17/18 e regalare piacevoli momenti di pausa tra uno show e l’altro.

vr1pm5o_400x400Ambasciatore del gusto italiano in tutto il mondo, il caffè illy non può mancare all’appuntamento con il made in Italy e la moda internazionale per sostenere, come fa ogni giorno dal 1933, la tradizione dell’artigianalità italiana e la costante tensione all’innovazione. Un impegno quello di illy che lo porta, in occasione delle sfilate, all’interno dell’UniCredit Pavilion di Piazza Gae Aulenti, simbolo della nuova Milano e punto di incontro dei media internazionali durante le fashion week.

In questo osservatorio d’eccezione delle nuove tendenze e novità della moda, giornalisti, buyer e ospiti provenienti da tutto il mondo potranno così gustare il blend unico illy, in perfetta continuità con il sogno dell’azienda di portare nel mondo l’eccellenza italiana del caffè e l’amore per il bello.

www.illy.com