A Milano “Dalle valli alle vette: l’Alto Adige nel calice”

A Milano “Dalle valli alle vette: l’Alto Adige nel calice”

(foto IDM_Florian Andergassen)

Dai 200 metri del lago di Caldaro ai 1.000 metri di Magrè, nella Bassa Atesina, passando per la Valle dell’Adige, la Valle Isarco, la Val Venosta, Bolzano e Merano. In meno di 5.300 ettari vitati, l’Alto Adige offre una ricchezza unica di terreni che ospitano una ventina di vitigni alle altitudini più diverse. Proprio l’altitudine sarà la lente di ingrandimento con cui leggere i vini del territorio nel banco di assaggio “Dalle valli alle vette: l’Alto Adige nel calice” in programma all’hotel “The Westin Palace” di Milano lunedì 15 maggio dalle ore 15.30 alle 20.30.

L’evento, organizzato dal Consorzio Vini Alto Adige in collaborazione con la Delegazione AIS di Milano, offrirà l’occasione di degustare cinquanta etichette che ben rappresentano la produzione vitivinicola altoatesina, portata avanti dalle 200 cantine dell’Alto Adige. Il banco di degustazione di quest’anno proporrà un viaggio dalle valli fino alle montagne, per scoprire i vitigni ideali di ogni fascia di altitudine e le loro interpretazioni secondo le diverse aree di produzione e tecniche di vinificazione.

Dalla ricchezza e morbidezza dei Pinot Grigio, Lagrein e Cabernet che prendono vita ai piedi delle colline, ai profumi dei Sylvaner, Riesling, Müller Thurgau e Kerner di alta quota; passando per la fragranza e la succosità della fascia collinare, patria dei Pinot Bianco, Sauvignon, Gewürztraminer e bollicine, e per le medie altitudini, dove rossi come il Pinot Nero e il Lagrein acquistano sottigliezza e finezza.

“L’Alto Adige è un territorio che ospita vigneti ad una gamma molto variegata di altitudini. Questa grande variabilità regala ai nostri vini sfumature uniche e distintive, anche restando nell’ambito di uno stesso vitigno – commenta Werner Waldboth, direttore del Consorzio Vini Alto Adige. – Con il banco di assaggio di quest’anno intendiamo raccontare i nostri vini e il nostro territorio utilizzando questa chiave di lettura, proponendo le etichette in base a un criterio altimetrico e mettendo in luce le tante sfaccettature della produzione vinicola altoatesina”.

Il banco di assaggio, organizzato in collaborazione con la Delegazione AIS Milano, è aperto gratuitamente a soci AIS, operatori e stampa. Anche il pubblico di appassionati potrà accedere alla degustazione, acquistando un biglietto di ingresso al prezzo di 20 €.

“Dalle valli alle vette: l’Alto Adige nel calice”
Lunedì 15 maggio a Milano, nelle sale dell’hotel The Westin Palace
Orari di apertura: dalle 15.30 alle 20.30

Per ulteriori informazioni: www.vinialtoadige.com

Articoli correlati

Pur essendo una regione vinicola relativamente piccola per superficie, con 5.300 ettari coltivati, l’Alto Adige ha saputo conquistarsi un posto di tutto riguardo in...

Bottiglie Aperte è per eccellenza la kermesse meneghina sul vino, una delle manifestazioni più attese a Milano per la qualità e la diversità degli...

Il Chiaretto si separa dal Bardolino e diventa una doc autonoma. Il Bardolino, a sua volta, torna alle proprie origini ottocentesche e valorizza le...

Torna, da domenica 10 a lunedì 11 settembre 2017 in Veneto e precisamente a Mirano la 10° edizione della Grande Festa del Vino, l’evento...

Due famiglie accomunate dalla identica passione per il vino e da una costante tensione all’innovazione: da oggi, la famiglia Marzotto e la famiglia Sanna...

Il Consorzio Tutela Vini Montecucco si erge a paladino delle DOP italiane, a seguito della presentazione - a norma dell’articolo 98 del regolamento (UE)...

Sabato 12 agosto 2017 dalle 18 alle 24, Cantina Tramin propone la Notte degli Aromi: una grande festa dei sapori sotto il cielo di...

Il Sauvignon De la Tour 2015 è la referenza di Villa Russiz che ha ottenuto il maggior numero di riconoscimenti nella prima metà del...